PADEL : REGOLE SEMPLICI E TANTO DIVERTIMENTO

Il Padel è un gioco divertente che può essere praticato da persone di diversa età, sesso, condizioni tecniche e fisiche, e – componente non di poco conto – richiede una spesa minima.
E’ una disciplina vantaggiosa per tutti gli sportivi: può essere un motivo di divertimento e può essere anche semplicemente un’occasione di incontro e di “ritrovo”; può diventare nello stesso tempo una valida attività motoria senza movimenti aggressivi per tenersi in forma; può essere un’attività praticata da tutta la famiglia; può essere gratificante in termini di risultati sportivi.
I campi sono sia all’aperto che indoor.
Le regole sono basicamente quelle del tennis. 
La racchetta è una “pala” solida e forata tale da renderla più leggera, la cui lunghezza massima non supera i 45,50 cm, mentre le palle, secondo la consistenza e le dimensioni approvate dalla FIP, sono le stesse del tennis.

Padel ecoversrl

Il giocatore che serve è in posizione diagonalmente opposta all’area di battuta dell’avversario e deve far rimbalzare la palla sul pavimento prima di colpirla. Le battute si alternano iniziando dalla parte posteriore destra del proprio campo verso l’area di battuta destra di chi riceve, e in seguito dalla parte posteriore sinistra. 

La palla non può toccare al volo le pareti situate nel campo avversario, né la maglia metallica, né può rimbalzare due volte sul pavimento.

 

I giocatori possono respingere la palla di “volèe” – tranne che in riposta al servizio – e hanno anche la possibilità di colpire con la palla le pareti del proprio campo e far sì che questa in seguito passi al di sopra della rete verso il campo avversario.

Il punteggio è identico a quello del tennis. Una coppia serve e l’altra riceve. Sarà il sorteggio a stabilire quale coppia comincerà col servire e quale invece, di conseguenza, inizierà rispondendo. 
Ricevendo la battuta, non si potrà rispondere al volo, dunque non si potrà colpire la palla prima che essa non abbia rimbalzato una sola volta in terra; se ciò dovesse verificarsi, comporterebbe la perdita immediata del punto. 
La palla deve essere colpita prima che tocchi terra per la seconda volta. 
Ogni punto si effettua quando la palla va a toccare al volo le pareti del campo avversario, la maglia metallica e rimbalzi due volte sul pavimento oppure quando, spinta da un giocatore, rimbalzi correttamente sul campo avversario e poi, oltrepassati i limiti del campo, colpisca qualche elemento o oggetto estraneo o rimbalzi due volte sul campo avversario. 
Un giocatore potrà colpire la palla e farla rimbalzare sulla metà campo avversaria facendo sì che, dopo il rimbalzo, la palla esca dal recinto del campo. I giocatori sono anche autorizzati ad uscire dal campo attraverso le apposite uscite laterali e colpire la palla, purché questa non abbia rimbalzato in terra per la seconda volta. 
Un giocatore potrà colpire con la palla qualsiasi parete del suo campo (di fondo e laterali) e far sì che questa passi al di sopra della rete verso il campo avversario. Una palla che rimbalza nell’angolo composto da una delle pareti della U e il pavimento si considera palla buona. 

• La palla rimbalza due volte sul campo prima di essere respinta;
• Un giocatore colpisce la palla al volo prima che questa abbia oltrepassato la rete e raggiunto il proprio campo;
• Un giocatore colpisce la palla e questa tocca le maglie o il pavimento del suo campo.
• La palla in gioco tocca il giocatore oppure qualsiasi cosa egli porti o usi, ad eccezione della racchetta.
• Un giocatore restituisce la palla in maniera tale da colpire al volo qualsiasi parete del campo contrario oppure la maglia metallica, o qualsiasi elemento estraneo al campo: la rete, i paletti di supporto, la cinghia centrale o la fascia e poi cade sul campo avversario.
• Un giocatore tocca o colpisce la palla più di una volta nella risposta.
• Entrambi i giocatori, simultaneamente o consecutivamente, colpiscono la palla.

Come ogni regolamento sportivo che si rispetti bisogna capire anche per il Paddle come funzionano i punteggi che sono esattamente uguali a quelli del tennis. Infatti nel corso di un incontro, diviso per tre set con tie-break a 7 punti in caso di 6-6 nelle prime due partite giocate.

Ogni incontro si apre con la tradizionale Battuta che può essere ripetuta in caso di errore, la battuta si effettua dietro la riga del servizio e la palla va fatta prima rimbalzare al suolo proprio come con il tennis.

Una volta battuta la palla questa deve rimbalzare nel campo avversario, oppure deve toccare una delle pareti dell’avversario e rimanere nel campo opposto per essere ritenuta valida.

Abbiamo ripetuto più volte che il Padel si gioca esclusivamente a squadre formate da due elementi quindi ogni partita con 4 persone, ovviamente la palla non può essere colpita simultaneamente dai due giocatori della squadre e non la possono toccare più di una volta nel corso della risposta.

Se la palla colpisce il corpo dell’avversario si commette fallo, questa può toccare solo la racchetta, il campo e le pareti.

Si fanno punti quando la palla va a colpire al volo le pareti del campo avversario, la rete metallica oppure se rimbalza due volte sul suolo oppure quando battuta da un giocatore rimbalza sul campo avversario andando a colpire qualche oggetto o elemento estraneo al campo da gioco della parte avversaria.

Il giocatore può colpire la palla e farla rimbalzare sulla metà campo avversaria in modo che possa uscire dalla recinzione del campo da gioco. I giocatori sono anche autorizzati ad uscire dal campo attraverso le apposite uscite laterali e colpire la palla, purché questa non abbia rimbalzato per due volte consecutive sul campo.

Il tie-break nel paddle

  • Durante il tie-break, i punti sono chiamati “zero”, “1”, “2”, “3”, ecc.
  • Il tie-break è vinto dalla coppia che per prima si aggiudica 7 punti, con due punti di vantag-gio sugli avversari, vincendo così il gioco e la partita. Se è necessario, il tie-break continua fin-ché non sia raggiunto questo margine.
  • Nel tie-break inizia a battere il giocatore che avrebbe avuto comunque il diritto di battere, secondo la sequenza stabilita nella partita; batte dal lato destro del campo, una sola volta; poi, ri-spettando sempre la sequenza anzidetta, si giocano due punti, iniziando a battere dal lato sinistro, e così di seguito.
  • Il vincitore del tie-break si aggiudica la partita per 7-6.
  • Nella partita seguente, inizia a battere un giocatore della coppia che ha iniziato a ribattere nel tie-break.

Ogni coppia di giocatori si dispone in ciascuna metà campo, posta ai due lati della rete. Il giocatore che mette la palla in gioco è il battitore e quello che la respinge è il ribattitore.

Il ribattitore si può disporre in qualunque parte del suo lato del campo, così come il suo compagno ed il compagno del battitore.

  • Tutti i punti iniziano con la battuta. Se la prima battuta è fallo, si ha una seconda possibilità. La battura si effettua nel modo seguente:
  • il battitore, all’inizio della battuta, deve stare con entrambi i piedi dietro la linea di battuta, tra il prolungamento immaginario della linea centrale di battuta e la parete laterale (area di battuta) e deve mantenere questo posizione fino a quando la palla è colpita;
  • il battitore, per effettuare la battuta, deve far rimbalzare la palla sul terreno dell’area di battuta in cui si trova;
  • il battitore non deve toccare con i piedi la linea di battuta o il prolungamento immaginario della linea centrale di battuta;
  • al momento di colpire la palla per la battuta, questa deve stare all’altezza della cintura o più in basso ed il giocatore deve tenere almeno un piede a contatto con il terreno;
  • il battitore deve lanciare la palla sopra la rete, nel riquadro di battuta opposto diagonalmente nell’altro lato del campo, in modo che il primo rimbalzo avvenga in detto riquadro o su una delle linee che lo delimitano; la prima battuta è fatta dal lato destro verso il riquadro alla sua sinistra e, terminato il punto, la seguente è fatta dal lato sinistro verso il riquadro alla sua destra, proseguendo poi alternativamente dai due lati;
  • il battitore, nell’eseguire il colpo, non può camminare, correre o saltare; si ritiene che il giocatore non abbia cambiato posizione se ha fatto piccoli movimenti con i piedi che non abbia-no mutato la posizione iniziale;
  • nel momento dell’impatto con la palla o del tentativo fallito di colpirla, la battuta si considera effettuata;
  • se la battuta è effettuata per errore dal lato sbagliato del campo, l’errore di posizione deve es-sere immediatamente corretto; tutti i punti fatti sono validi, così come conta un fallo di battuta commesso prima della scoperta dell’errore;
  • la coppia che ha il diritto di battere nel primo gioco di ciascuna partita sceglie quale dei due compagni inizia a battere; a sua volta, al termine del primo gioco, la coppia che ha ribattuto diventa battitrice e sceglie il giocatore che batte per primo e così alternativamente per tutti i giochi della partita; stabilito l’ordine di battuta, questo non può essere modificato fino all’inizio della partita successiva;
  • se un giocatore batte fuori turno, chi doveva battere deve farlo appena scoperto l’errore; tutti i punti fatti prima di scoprire l’errore sono validi, ma se c’è stato un solo fallo di battuta prima di scoprire l’errore, questo non conta; se si è concluso il gioco, l’ordine di battuta resta così alterato, fino al termine della partita;il battitore non deve effettuare la battuta se il ribattitore non è pronto. Tuttavia, il ribattitore deve adeguarsi al ragionevole ritmo del battitore e deve essere pronto a ribattere quando il battitore è pronto per battere;

Il ribattitore deve attendere che la palla cada nella sua area di battuta e deve ribatterla prima del secondo rimbalzo.

  • La coppia che ribatte nel primo gioco di ogni partita decide quale dei due giocatori inizia a ribattere e tale giocatore continua a ribattere la prima battuta di ciascun gioco in cui la coppia è ribattitrice, sino al termine della partita.
  • Ogni giocatore ribatte alternativamente durante il gioco e l’ordine scelto non può essere cambiato durante la partita o il tie-break, ma solo all’inizio della partita seguente.
  • Se durante un gioco o il tie-break, l’ordine di ribattuta è alterato per la coppia che ribatte, si deve continuare in questo modo fino al termine del gioco in cui si è commesso l’errore; nei giochi seguenti della partita, la coppia ribattitrice riprende la posizione scelta all’inizio della stessa.
  • Se il ribattitore o il suo compagno colpiscono la palla o la toccano con la racchetta prima del rimbalzo, il punto è assegnato al battitore.

la palla tocca la rete o i pali che la sostengono (se sono all’interno del campo) e poi cade nell’area di battuta del ribattitore, sempreché non tocchi la rete metallica prima del secondo rimbalzo;

  • la palla, dopo aver toccato la rete o i pali (se posti dentro l’area di gioco), colpisce uno degli avversari o qualunque cosa indossi o porti;
  • è effettuata quando il ribattitore non era pronto
  • Se la prima battuta è nulla, questa deve essere ripetuta; se è nulla la seconda battuta, il battitore ha diritto di ripetere solo questa seconda battuta.

Un colpo si considera nullo (e si ripete) se:

  1. la palla si rompe durante il gioco;
  2. un elemento estraneo all’incontro in corso invade il campo;
  3. in generale, il gioco è interrotto da qualsiasi situazione imprevista al di fuori del controllo dei giocatori.

Il giocatore che durante il gioco ritiene che si sia verificata una situazione che le regole considerano “colpo nullo”, deve notificarlo immediatamente all’arbitro e non deve continuare il gioco, altrimenti perde il diritto di richiederlo successivamente.

Fatta la richiesta del “colpo nullo”, spetta all’arbitro stabilire se è corretta, in caso contrario il

richiedente perde il punto.

  • La palla è colpita alternativamente da ciascuna delle due coppie avversarie.
  • La palla è in gioco dal momento in cui è effettuata una battuta valida e rimane in gioco fin-ché è chiamato un “colpo nullo” o il punto è assegnato.
  • Se la palla in gioco colpisce qualunque elemento del campo dopo aver rimbalzato sul terreno di gioco corretto, rimane in gioco e deve essere rimandata prima che tocchi il terreno per la seconda volta
  • Si considerano elementi del campo la faccia interna delle pareti, la rete metallica che recinge il campo, il terreno, la rete ed i suoi pali di sostegno. Il telaio, che delimita le maglie elettro saldate, si considera a tutti gli effetti come rete metallic
  • Una coppia perde il punto:
  • se, mentre la palla è in gioco, un componente della coppia, la sua racchetta o qualunque cosa indossi o porti toccano qualsiasi parte della rete, compresi i pali che la sostengono, o il terre-no del campo avversario, compresa la rete metallica;
  • Gioco autorizzato all’esterno. Oltre i m 0,92 dal suolo e solo nel caso che sia autorizza-to il gioco all’esterno, il palo verticale mediano tra le porte è ritenuto zona neutrale, per

cui i quattro giocatori possono toccarlo o aggrapparvisi;

  • se la palla rimbalza per la seconda volta prima di essere respinta;
  • se la palla, dopo aver rimbalzato correttamente sul terreno, esca dal campo (fondo o laterali) al di sopra dei limiti superiori (perimetro esterno) o dalla porta;
  • Gioco autorizzato all’esterno. Quando la palla, dopo aver rimbalzato correttamente nel terreno, esce dal limite superiore della parete di fondo. Se esce dal limite superiore della parete laterale o dalla porta, si perde il punto quando rimbalza sul suolo per la seconda volta o tocca un elemento esterno estraneo al campo;
  • se rimanda la palla di volo prima che abbia oltrepassato la rete;
  • se un giocatore rimanda la palla, sia direttamente o colpendo prima le pareti della sua metà del campo in modo da colpire, senza farla prima rimbalzare, una parete del campo avversa-rio, la rete metallica o qualsiasi oggetto estraneo al campo che si trovi sul campo avversario;
  • se un giocatore rimanda la palla, sia direttamente o colpendo prima le pareti della sua metà del campo in modo da colpire la rete o i pali di sostegno e poi direttamente una parete del campo avversario o la rete metallica o qualsiasi oggetto estraneo al campo che non si trovi nel campo avversario; (9)
  • se un giocatore colpisce due volte consecutive la palla (doppio colpo);
  • se, dopo che uno dei componenti della coppia ha colpito la palla, questa tocca il giocatore che l’ha colpita o il suo compagno o qualunque cosa essi indossino o portino;
  • se la palla tocca uno dei componenti della coppia o il suo equipaggiamento, eccetto la racchetta, dopo essere stata colpita da uno degli avversari;
  • se un giocatore colpisce la palla e questa tocca la rete metallica od il terreno nella sua metà campo o qualsiasi oggetto estraneo al campo sito nel proprio terreno di gioco;
  • se colpisce la palla lanciandole contro la racchetta;
  • se salta sopra le rete mentre la palla è in gioco;
  • solo un giocatore per volta può colpire la palla per respingerla; se entrambi i giocatori della coppia, o simultaneamente o consecutivamente, colpiscono la palla, perdono il punto.

NOTA: Non si considera colpo doppio quando i due giocatori tentano di colpire la palla simultaneamente, ma solo uno la colpisce, mentre l’altro colpisce la racchetta del compagno.

  • se il giocatore colpisce la palla nel campo stando con uno od i due piedi fuori del terreno di gioco, salvo che sia autorizzato il “gioco all’esterno”.
  • il giocatore commette fallo nella seconda battuta.

DI SEGUITO ABBIAMO INSERITO IL LINK AD ALCUNI VIDEO CHE POSSONO ESSERE INTERESSANTI TROVATI

FONTI PER LE REGOLE DEL PADEL